Bosch Electronic Service

Termini e condizioni generali

Condizioni generali di vendita di Robert Bosch GmbH, settore di attività “Automotive Aftermarket” per il Bosch Electronic Service Webshop (www.bosch-repair-service.com).

Aggiornamento: Agosto 2017

1.        Ambito di applicazione

1.1 Le presenti condizioni generali di vendita del Webshop valgono per tutti gli ordini da voi (committente) inoltrati al nostro Bosch Electronic Service Webshop.

1.2 Per i nostri servizi, lavori di manutenzione (attività di riparazione, ricondizionamento e sostituzione nonché relativi lavori preparatori, come controlli e redazione di preventivi dei costi) e per la vendita di articoli nuovi, valgono in via esclusiva le seguenti condizioni. Condizioni contrastanti o diverse dalle nostre non troveranno applicazione salvo espresso accordo in merito alla loro validità. Le seguenti condizioni valgono anche laddove noi realizziamo la consegna al committente senza alcuna riserva, pur conoscendo condizioni di vendita del committente opposte o diverse dalle nostre.

1.3 Saranno determinanti le nostre condizioni generali di vendita per il Webshop nella versione valida al momento dell’ordine. Condizioni del committente diverse dalle nostre non saranno riconosciute, a meno che non abbiamo sottoscritto un accordo scritto in merito alla loro validità. In qualsiasi momento, potrete scaricare e stampare le condizioni generali di vendita valide per il Webshop sul presente sito web.

1.4 L’offerta di servizi all’interno del nostro Webshop si rivolge esclusivamente a imprenditori, ossia persone fisiche o giuridiche oppure società di persone che alla stipula del contratto esercitino un’attività commerciale o un’attività lavorativa autonoma.

1.5 Ci occupiamo esclusivamente della riparazione di componenti elettronici dei veicoli. Di conseguenza, vi preghiamo di inviarci esclusivamente la centralina ABS/ESP senza alcuna unità idraulica. Non ci assumiamo responsabilità per il montaggio e lo smontaggio della centralina ABS/ESP nonché per l’immagazzinamento delle unità idrauliche. In generale, le spese di restituzione delle centraline idrauliche sono addebitate in fattura.

2. Stipula del contratto

2.1 L’offerta di servizi all’interno del Webshop non costituisce un’offerta per la stipula di un contratto. In realtà, si tratta di un invito non vincolante a realizzare un incarico attraverso il Webshop. Nel carrello della spesa, è possibile introdurre una o più prestazioni.

2.2 Qualsivoglia richiesta via mail, fax o telefono da parte vostra non sarà vincolante. Parimenti, i nostri listini prezzi, cataloghi, prospetti etc. non saranno vincolanti. Sulla base della richiesta inoltrata via mail, fax oppure telefono, vi presenteremo un’offerta, anch’essa non vincolante.

2.3 Con la vostra richiesta, all’interno del Webshop, in relazione alla nostra offerta non vincolante, ci sottoporrete un’offerta di stipula di un contratto.

2.4 Dopo l’inoltro del vostro ordine, riceverete una mail automatica (conferma d’ordine) con la quale vi confermeremo di aver ricevuto il vostro ordine. Tuttavia, tale conferma d’ordine non rappresenta ancora un'accettazione dell’offerta di acquisto. La conferma d’ordine non rappresenta la stipula di un contratto.

2.5 Un contratto di acquisto di nuova merce è stipulato esclusivamente in caso di nostra espressa accettazione dell’offerta di acquisto o di invio da parte nostra al committente della merce nuova senza precedente accettazione. In caso di incarico di lavori di manutenzione, il contratto è stipulato esclusivamente in caso di nostra espressa accettazione dell’incarico o di invio da parte nostra al committente del prodotto riparato, senza precedente accettazione. .

2.6 Eventuali accordi orali precedenti o contestuali alla stipula del contratto richiedono una conferma scritta.

2.7 Qualora il committente non dovesse accettare la nostra offerta con preventivi dei costi o successive offerte entro due settimane dalla loro ricezione, ci riserviamo il diritto di annullarle.

2.8 Le presenti condizioni valgono fino all’entrata in vigore di nuove condizioni contrattuali, anche per tutti i servizi futuri per il committente.

2.9 In caso di ordini tramite il Webshop, il testo del contratto sarà da noi salvato e messo a vostra disposizione nell’area login. Qui, potrete anche visualizzare lo stato (di spedizione) dei vostri ordini.

2.10 La lingua del contratto è quella tedesca.

2.11 In qualsiasi momento, all’interno del Webshop, potrete rettificare i vostri dati prima dell’inoltro dell’ordine, attraverso il tasto Cancella. Potrete inoltre annullare in qualsiasi momento il processo di ordinazione chiudendo la finestra del Browser.

3. Invio dell’articolo da riparare

Il committente può inviarci il prodotto da riparare all’indirizzo indicato per il ritiro da parte nostra all’interno dell’ordine di riparazione. Qualora il committente dovesse inviare il prodotto in altro modo, ciò avverrà a suo rischio e pericolo. Non si accetteranno pacchetti inviati senza affrancatura.

4. Prezzi, valori limite, incarichi di riparazione a prezzo forfettario e preventivo dei costi

4.1 I prezzi dei lavori di riparazione e qualsivoglia altro costo si basano sui prezzi indicati nel nostro portale online il giorno dell’inoltro dell’ordine. Farà fede la data indicata nell’ordine. Le prestazioni in garanzia saranno gratuite per il committente. Un incarico di riparazione sarà vincolante solo fino al valore limite indicato nell’incarico di riparazione. In caso di mancato raggiungimento dei valori limite concordati per i lavori di riparazione, al committente saranno addebitati i costi effettivi. Gli incarichi di riparazione a prezzo forfettario (ad es. manutenzione a un prezzo forfettario concordato in precedenza) non saranno toccati dal presente regolamento.

4.2 Qualora il committente abbia commissionato un incarico di riparazione a prezzo forfettario, egli non potrà pretendere una distinta dei lavori realizzati.

4.3 Nel caso in cui si possa prevedere che i costi dei lavori di manutenzione supereranno i valori limite concordati, o qualora si rilevasse che il committente al momento dell’inoltro dell’incarico abbia erroneamente pensato che si trattasse di un intervento gratuito in garanzia, redigeremo un preventivo dei costi e lo invieremo all’indirizzo indicato dal committente nell’ordine. In caso di accettazione da parte del committente, entro 10 giorni lavorativi dalla ricezione del preventivo, dell’offerta in esso presentata per iscritto, verrà emesso un ordine alle condizioni presentate nel preventivo. Qualora il committente non accettasse l’offerta indicata nel preventivo entro un mese o la rifiutasse, gli invieremo il prodotto smontato, a pagamento, all’indirizzo di consegna indicato nell’ordine e gli addebiteremo in fattura i costi indicati nell’ordine e le spese sostenute.

4.4 In caso di ordine di un apparecchio a noleggio, si applicherà il prezzo indicato nel portale online al momento dell’ordine, nonché il periodo indicato nell’offerta per il noleggio. Il committente sarà tenuto a trattare l’apparecchio a noleggio con la massima cura. In caso di ritardo nella restituzione (1 giorno lavorativo dopo la scadenza) addebiteremo al committente un importo forfettario di € 79. Qualora dovessimo ricevere l’apparecchio a noleggio dopo oltre 5 giorni lavorativi dalla fine del periodo del noleggio, potremo addebitare al committente il prezzo dell’apparecchio nuovo. Farà fede la data di consegna al corriere, dimostrabile attraverso comunicazione del numero di spedizione.

4.5 Per l’ordine di dispositivi riparati in sostituzione anticipata (ossia il committente riceve prima un dispositivo riparato e poi ci invia il prodotto guasto), si applica il prezzo della sostituzione anticipata indicato nel portale al momento dell’ordine. Nell’ambito della sostituzione anticipataè possibile garantire un prezzo economico per un dispositivo sostitutivo solo se il prodotto guasto viene inviato entro (4) quattro settimane dalla ricezione del dispositivo. In caso di ritardo nell’invio, addebiteremo al committente un importo aggiuntivo pari al 50% sul prezzo della sostituzione anticipata.

4.6 Per il trasporto, si applicherà il prezzo indicato nel portale al momento dell’ordine.

5. Reso e accettazione del prodotto riparato, procedimento di sostituzione anticipata

5.1 Una volta conclusi i lavori di riparazione, invieremo il prodotto riparato all’indirizzo di consegna indicato nell’ordine. Il pagamento avrà luogo tramite fattura (salvo diverso accordo).

5.2 Il committente dovrà accettare il dispositivo riparato entro una settimana a partire dalla ricezione. Diversamente, sarà considerato accettato. Rinunciamo alla ricezione di una dichiarazione di accettazione.

5.3 Nei processi di riparazione con consegna in sostituzione anticipata, il committente è tenuto a inviarci il prodotto difettoso entro quattro (4) settimane dalla ricezione del dispositivo sostitutivo. La restituzione è inclusa come incarico di ritiro attraverso l’ordine di ricondizionamento creato nel Bosch Electronic Service. Qualora una volta trascorso il periodo non sia stata realizzata la restituzione del prodotto difettoso, applicheremo un importo aggiuntivo del 50% sul prezzo della fattura per il dispositivo sostitutivo.

6. Accettazione della merce riparata

Il committente sarà tenuto ad accettare la merce riparata entro una settimana dalla ricezione. Diversamente, sarà considerata accettata. Rinunciamo alla ricezione di una dichiarazione di accettazione.

7. Condizioni di pagamento

7.1 Salvo accordi differenti per iscritto, il pagamento dovrà essere realizzato senza alcuno sconto entro trenta (30) giorni a partire dalla data di fatturazione. Il pagamento avrà luogo tramite fattura (salvo diverso accordo). Sono tuttavia possibili anche pagamenti alla consegna (ad es. con contrassegno o domiciliazione) o pagamenti anticipati.

7.2 Ci riserviamo il diritto di utilizzare i pagamenti per saldare il debito esigibile più vecchio.

7.3 Una volta trascorso il termine di pagamento, ci riserviamo il diritto di esigere gli interessi legali di mora per un valore di 8 punti percentuali oltre al tasso di interesse base attuale. Non si esclude la rivendicazione di altri danni.

7.4 I pagamenti mediante cambiale saranno accettati solo previo accordo. Accetteremo cambiali e assegni esclusivamente ai fini della conformità e il pagamento sarà considerato avvenuto solo dopo la riscossione. Il committente dovrà sostenere le spese necessarie per la riscossione della cambiale o dell’assegno.

7.5 Nel caso in cui il committente ritardi il pagamento, ci riserviamo il diritto di pretendere il pagamento immediato in contanti di tutti i debiti inappellabili ed esigibili nell’ambito del rapporto commerciale. Tale diritto rimarrà inalterato in caso di dilazione del pagamento o accettazione di cambiali o assegni.

7.6 Il committente avrà diritto di detrarre importi di reclami qualora essi siano inoppugnabili, legalmente validi o sanciti tramite sentenza.

7.7 Il committente avrà il diritto di non realizzare pagamenti in caso di reclami a condizione che essi siano inoppugnabili, legalmente validi o sanciti tramite sentenza.

7.8 In caso di pagamento tramite bonifico, l’obbligo del committente non sarà considerato compiuto fino a che il bonifico non abbia raggiunto il conto da noi indicato.

8. Invio, scadenze di invio, ritardo

8.1 In caso di nostro ritardo nell’invio, entro un periodo ragionevole il committente dovrà indicarci, previa nostra richiesta, se desidera ancora ricevere la merce o se intende esercitare altri suoi diritti.

8.2 In base alle vigenti disposizioni giuridiche, il committente potrà annullare il contratto solo in caso di nostra responsabilità per il ritardo della spedizione.

8.3 Per qualsivoglia diritto del committente a indennizzi per il ritardo, si applicherà il paragrafo 12.

8.4 Qualora il committente ritardasse l’accettazione della spedizione o dovesse violare in modo doloso qualsivoglia altro obbligo, ci riserviamo il diritto di esigere un indennizzo per il danno cagionatoci comprensivo di ulteriori spese aggiuntive che possono arrivare fino allo 0,5 % del prezzo dei prodotti della spedizione, tuttavia la somma delle spese non potrà mai superare il 5 % del prezzo degli oggetti spediti. Le parti contraenti mantengono il loro diritto al riconoscimento di spese aggiuntive superiori o inferiori. La presente disposizione non incide su alcun altro diritto in caso di ritardo dell’accettazione.

8.5 Sono possibili consegne parziali e relativa fatturazione salvo che ciò non sia accettabile da parte del committente.

9. Trasferimento del rischio

9.1 L’invio sarà franco di porto fino al luogo di consegna, ossia, in prima istanza, Bosch si assume le spese del corriere (Incoterms® 2010) salvo diverso accordo. Le presenti disposizioni si applicano alla spedizione della merce e, nei Paesi specificati, anche al ritiro del prodotto da riparare. In seguito, le spese di trasporto saranno fatturate a voi, in conformità al paragrafo 4.6.

9.2 Le spedizioni saranno da noi assicurate contro i rischi di trasporto comuni fino a un importo di 500,00 €. Eventuali danni da trasporto dovranno esserci notificati immediatamente e, a richiesta, noi o un perito da noi incaricato dovremo avere accesso alla merce danneggiata.

10. Lavori di riparazione: diritti di reclamo per difetti

10.1 I diritti di regresso del committente per lavori di riparazione non accurati si prescrivono entro dodici (12) mesi a partire dalla data di accettazione. Qualora fossero svolte attività correttive successive, il periodo della prescrizione non ricomincerà.

10.2 Fatto salvo il suo diritto a correggere il problema per proprio conto e fatto salvo il suo diritto all’indennizzo o al risarcimento, il committente avrà diritto a uno sconto corrispondente sul prezzo o all’annullamento del contratto qualora la correzione o la spedizione del prodotto sostitutivo fossero infruttuosi, qualora tale correzione o spedizione non sia accettabile da parte del committente o qualora i tempi della correzione o della spedizione si siano prolungati oltre le date accettabili per cause che rientrino nella nostra responsabilità.

10.3 Si escludono diritti del committente di esigere la restituzione delle spese in luogo del risarcimento del danno e della fornitura del servizio richiesto qualora tale esigenza non sia supportata in maniera ragionevole da qualsivoglia terza parte estranea al contratto.

10.4 Il nostro obbligo di risarcimento e di restituzione delle spese superflue in conformità all’articolo 284 del Codice civile tedesco (di seguito BGB) per danni materiali, sarà disciplinato in conformità al paragrafo 12. Si escludono ulteriori diritti di reclamo rispetto a quelli disciplinati dal paragrafo 10 da parte del committente per danni materiali.

10.5 Per quei vizi giuridici non basati sulla violazione di diritti di protezione di terzi, si applicheranno le disposizioni di cui al paragrafo 10.

10.6 Qualsiasi nostro commento rispetto a qualsivoglia diritto esercitato dal committente in riferimento a un difetto non sarà da considerarsi il punto di partenza di una negoziazione sulla rivendicazione o sulle circostanza alla base di detta rivendicazione, purché abbiamo respinto nella sua totalità detto reclamo per difetti.

11. Vendita di merce nuova e dispositivi riparati per sostituzione anticipata: diritti di reclamo per difetti

11.1 I diritti di reclamo per difetti per la merce nuova si prescrivono in 24 mesi a partire dalla consegna.

11.2 In presenza di un danno materiale durante il periodo di prescrizione, la cui causa era già presente al momento del trasferimento del rischio, ci riserviamo, a nostra discrezione, di riparare il difetto o di sostituire l’oggetto con un altro in condizioni perfette.

11.3 In caso di adempimento successivo, il periodo della prescrizione non ricomincerà.

11.4 In caso di insuccesso dell’adempimento successivo, il committente, fatto salvo qualsiasi diritto al risarcimento del danno, potrà far valere il proprio diritto di recedere dal contratto o il proprio diritto alla riduzione del prezzo secondo quanto previsto dalle disposizioni di legge.

11.5 I diritti del committente per le spese sostenute per consentire l’adempimento successivo, in particolare quelle di trasporto, movimentazione, manodopera e materiali, sono disciplinati dalle norme di legge. Ciononostante, il committente non potrà richiedere il rimborso di tali spese se esse sono aumentate in quanto l’oggetto è stato inviato dopo la consegna in un luogo diverso dalla sede del committente, a meno che tale spedizione non rientrasse nell’uso previsto.

11.6. Il nostro obbligo di risarcimento e di restituzione delle spese superflue in conformità all’articolo 284 del Codice civile tedesco (di seguito BGB) per danni materiali, sarà disciplinato in conformità al paragrafo 12. Si escludono ulteriori diritti di reclamo rispetto a quelli disciplinati dal paragrafo 11 da parte del committente per danni materiali.

11.7 Per quei vizi giuridici non basati sulla violazione di diritti di protezione di terzi, si applicheranno le disposizioni di cui al paragrafo 11.

11.8 Qualsiasi nostro commento rispetto a qualsivoglia diritto esercitato dal committente in riferimento a un difetto non sarà da considerarsi il punto di partenza di una negoziazione sulla rivendicazione o sulle circostanza alla base di detta rivendicazione, purché abbiamo respinto nella sua totalità detto reclamo per difetti.

12. Responsabilità

12.1 Saremo tenuti a pagare indennizzi e risarcimenti solo nell’ambito della restituzione di spese inutili in conformità all’articolo 284 del BGB (di seguito “indennizzi”) in seguito a violazioni di obblighi contrattuali o non contrattuali:

a. in caso di dolo o grave negligenza;
b. in caso di cagionamento, per negligenza grave o comportamento doloso, di morte, lesioni o danni alla salute;
c. in caso di estensione di una garanzia di durata o qualità;
d. in caso di violazione per dolo o negligenza di speciali obblighi contrattuali;
e. per la responsabilità obbligatoria imposta dalla legge sulla responsabilità per i prodotti, o
f. per qualsivoglia altra responsabilità obbligatoria.

12.2 Tuttavia, l’indennizzazione per la violazione di obblighi contrattuali essenziali è limitata al danno stimabile e prevedibile nell’ambito del contratto, a condizione che non si ravvisino né dolo né grave negligenza e che la responsabilità non sia riferita a lesioni alla vita o alla salute o all’estensione di una garanzia di qualità.

12.3 Qualsiasi altro obbligo di risarcimento danni, diverso da quanto previsto al § 12, è escluso indipendentemente dalla base giuridica delle rivendicazioni opposte. Ciò vale in particolare per le richieste di risarcimento fondate su un difetto alla stipula del contratto o basate da altre inadempienze o per rivendicazioni di risarcimento danni derivanti da fatto illecito ai sensi del § 823 BGB.

12.4 Nella misura in cui la responsabilità di risarcimento nei nostri confronti è esclusa, lo stesso vale anche per quanto riguarda la responsabilità personale per i risarcimenti danni dei nostri dipendenti, collaboratori, aiutanti.

12.5 Le disposizioni menzionate non implicano in alcun caso un’inversione dell’onere della prova a danno del committente.

13. Recesso

13.1 In caso di violazione del contratto da parte del committente, in particolare in caso di ritardo nei pagamenti, avremo titolo, fatti salvi gli altro nostri diritti contrattuali e legali, per recedere dal contratto previa concessione di una proroga adeguata.

13.2 Qualora il committente dovesse smettere di pagare o richiedere l’avvio di qualsivoglia procedura per insolvenza o procedimento simile sul proprio patrimonio per pagare i propri debiti, ci riserviamo di annullare il contratto senza concedere proroghe.

13.3 Avremo altresì diritto all’annullamento senza concessione di alcuna proroga in caso di notevole peggioramento della situazione economica del committente o se tale peggioramento fosse imminente e implicasse il mancato rispetto dei propri obblighi contrattuali di pagamento o nel caso in cui il committente dovesse incorrere in condizioni di insolvenza e sovraindebitamento.

13.4 Dopo la dichiarazione di annullamento, il committente dovrà garantire l’accesso immediato a noi o ai nostri rappresentanti ai beni sotto riserva di proprietà e dovrà consegnarli. Previa puntuale comunicazione, potremo utilizzare gli oggetti sotto riserva di proprietà per il recupero dei nostri crediti rispetto al committente.

13.5 Le disposizioni indicate al presente paragrafo 13 non limitano in alcun modo alcun diritto legale.

14.       Riserva di proprietà

14.1     Ci riserviamo di mantenere la riserva di proprietà sulla merce inviata fino all’adempimento di tutti i diritti connessi alla e derivanti dalla relazione contrattuale.

14.2     Il committente avrà il diritto di rielaborare o unire i nostri prodotti nell’ambito della sua attività commerciale legale. Per garantire i nostri diritti indicati al paragrafo 14.1, acquisiamo la comproprietà dei prodotti originati da tale rielaborazione o unione; tale comproprietà ci viene concessa dal committente già in questo momento. Il committente è tenuto a conservare tutti gli oggetti in comproprietà con noi, come obbligo contrattuale secondario. La percentuale della nostra comproprietà è determinata in relazione al valore del nostro prodotto (calcolato sulla base dell’importo della fattura finale, IVA inclusa) e al valore dell’oggetto derivante dall’elaborazione o dall’unione.

14.3     Il committente ha diritto ad alienare il bene a terzi nell’ambito dell’attività commerciale legale, dietro pagamento in contanti o riserva di proprietà. Il committente trasferisce sin da ora a noi tutti i crediti a egli spettanti per l’alienazione del nostro prodotto con tutti i diritti secondari, indipendentemente dal fatto che il prodotto sia stato rielaborato o meno. I crediti ceduti serviranno a garantire i nostri diritti specificati al paragrafo 14.4. Il committente avrà diritto a reclamare i crediti ceduti. Ci riserviamo di revocare i diritti del committente secondo il presente paragrafo 14.4 qualora il committente dovesse smettere di rispettare i propri obblighi di pagamento nei nostri confronti, in caso di ritardo o di sospensione dei pagamenti o qualora dovesse avviare una procedura di insolvenza o simile sul proprio patrimonio per pagare i propri debiti. Inoltre, potremo revocare i diritti del committente di cui al paragrafo 14.4 in caso di peggioramento considerevole della propria situazione economica o nell’imminenza di un simile peggioramento o qualora il committente dovesse incorrere in una situazione di insolvenza o sovraindebitamento.

14.4     Dietro nostra richiesta, il committente dovrà comunicarci immediatamente l’eventuale avvenuta alienazione di merce di nostra proprietà o comproprietà e quali diritti gli verranno concessi nell’ambito di tale alienazione e dovrà fornirci a proprie spese la documentazione notarile sulla cessione dei diritti.

14.5     Il committente non potrà disporre in alcun modo di oggetti sotto nostra riserva di proprietà o in comproprietà con noi, né di crediti a noi ceduti. Il committente dovrà informarci immediatamente di qualsiasi pignoramento o limitazione dei diritti in cui possa incorrere un oggetto o un diritto di cui noi siamo proprietari in parte o in toto. Il committente si assumerà l’onere di tutte le spese necessarie per l’annullamento di un accesso di terzi ai nostri beni in garanzia o riserva di proprietà e per riacquisire detti beni, a condizione che essi non possano essere reclamati da terzi.

14.6     Qualora il valore delle nostre garanzie dovesse superare quello dei nostri crediti di oltre il 10 %, a richiesta del committente cederemo alcune garanzie a nostra scelta.

15. Clausola di controllo delle esportazioni

La fornitura e la prestazione di servizi (adempimento del contratto) sono soggetti alla condizione che l’adempimento non sia ostacolato da disposizioni nazionali o internazionali di controllo delle esportazioni, specialmente per embargo o altra sanzione. Il committente si impegna a fornire tutte le informazioni o la documentazione necessarie per l’esportazione o il trasferimento. Qualsivoglia ritardo provocato da controlli delle esportazioni o procedimenti per l’ottenimento di permessi annullerà scadenze e tempi di invio. In caso di mancato ottenimento dei permessi richiesti o qualora la fornitura o il servizio non fossero autorizzati, il contratto dovrà considerarsi non adempiuto nelle parti in questione. In caso di trasferimento dei beni forniti (hardware e/o software e/o elementi tecnologici e relativa documentazione, indipendentemente dalla modalità di fornitura degli stessi) o dei servizi o lavori da noi prestati (compresa assistenza tecnica di qualsiasi tipo) a terzi dello stesso Paese o all’estero da parte del committente, questi dovrà rispettare in ogni momento le norme del diritto nazionale e internazionale di controllo delle esportazioni (o delle riesportazioni).

16. Obbligo di segretezza

16.1 Su tutte le informazioni tecniche e commerciali da noi provenienti (comprese caratteristiche consultabili negli oggetti o software forniti o altre conoscenze teoriche e pratiche), laddove non fosse possibile dimostrare che sono di dominio pubblico o che noi le abbiamo trasmesse al committente per la pubblicazione, dovrà essere mantenuto un riserbo totale rispetto a terzi, e all’interno dell’azienda del committente esse potranno essere fornite solo alle persone indispensabili per l’utilizzo delle informazioni e obbligate a mantenere il riserbo; le informazioni menzionate rimarranno di nostra proprietà esclusiva. Senza nostro precedente consenso per iscritto, le informazioni non potranno essere riprodotte né utilizzate a fini commerciali. A nostra richiesta, tutte le informazioni da noi fornite (se del caso, comprese possibili copie o registrazioni realizzate) e gli oggetti prestati dovranno esserci restituiti immediatamente e per intero oppure dovranno essere distrutti.

16.2 Ci riserviamo tutti i diritti sulle informazioni di cui al paragrafo 16.1 (compresi diritti di proprietà intellettuale e diritti di registrazione relativamente a qualsivoglia diritto commerciale di tutela come brevetti, modelli di utilità, protezione di circuiti elettrici, etc.).

17. Disposizioni generali

17.1 L'eventuale nullità o inefficacia di singole disposizioni delle presenti condizioni o di altri accordi presi non inficiano la validità delle restanti disposizioni. Le parti contraenti sono tenute a sostituire la disposizione non valida con una disposizione che si avvicini il più possibile a quella non valida.

17.2 Foro competente è quello di Stoccarda (per qualsivoglia procedimento del tribunale distrettuale, il tribunale distrettuale 70190 di Stoccarda) o, a nostra discrezione, quello della sede dell’azienda che realizza l’ordine se il committente è commerciale o non dispone di un tribunale con competenza sul territorio nazionale o se dopo la stipula del contratto cambia domicilio o residenza abituale trasferendosi all’estero o laddove al momento della citazione il suo domicilio o residenza abituale fosse ignoto/a.

17.3 Avremo inoltre titolo per rivolgerci a un tribunale competente per la sede o le filiali del committente.

17.4 Qualsivoglia rapporto legale tra noi e il committente sarà disciplinato esclusivamente dal diritto tedesco e si esclude l’applicazione del diritto internazionale privato o della Convenzione delle Nazioni Unite sui Contratti di Compravendita Internazionale di Merci (CISG).

18. Contatto

Il nostro indirizzo:

Robert Bosch GmbH

AA-TR/PAE 402 EG
Robert-Bosch-Straße 200
DE-31139 Hildesheim

Per qualsiasi domanda sulla nostra offerta di servizi, potete rivolgervi alla seguente hotline di assistenza:

E-mail: reparatur@de.bosch.com

Telefono: +49 (0)5121 49 5720

 

Mettetevi in contatto con Bosch

Robert Bosch GmbH
Bosch Electronic Service
Robert-Bosch-Straße 200
31139 Hildesheim
Germania

Email: webshop.rbhe@hu.bosch.com
Telefono: +36/76889745

Lun. - Ven. 8:00 - 12:00

Per gli altri paesi europei vedi la nostra pagina di contatto >>